• ‘La Via di Olaf’ inizia a Oslo e termina alla Catterdrale di Trondheim, l’antica Nidaros, dove sono conservate le spoglie di Sant’Olaf, il primo re vichingo convertito al cristianeimo e battezzato mille anni fa, nel 1010.

    Questa strada fa parte di un’antica  rete viaria dei Paesi Scandinavi,  la St. Olav Ways to Nidaros, lunga  più di 5000 km, dei quali più di 2000 km si trovano in Norvegia.
    Da Oslo a Trondheim il cammino è all’incirca di 650 km. Nel Medioevo era percorso da pellegrini e dai re norvegesi  la cui incornonazione avveniva all’interno della Cattedrale, la più antica ed importante dei Paesi del Nord.
    In Norvegia durante la Riforma il pellegrinaggio  venne bandito e solo in tempi recenti l’entusiasmo degli appassionati ha ripristinato l’antico percorso.

    TUTTE LE MATTINE, DAL LUNEDì ALLA DOMENICA,
    dalle 5.05  alle 5.27
    IL RACCONTO DEL CAMMINO
    DA OSLO A TRONDHEIM

     

    al microfono:
    Sergio Valzania
    Piergiorgio Odifreddi
    Alessando Barbero
    Lorenzo Sganzini
    Linda Brunetta

    Comments

    comments

    Tags:
  • 5 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • Antonio scrive:

      Grazie per questo settimo pellegrinaggio. Lo aspettavo così come ogni anno aspetto gli agostani diari di viaggio di Paolo RUMIZ che escono su Repubblica, lungo rotte solite con mezzi insoliti o lungo rotte insolite con mezzi soliti o con mete e mezzi irrituali Invidio la costanza che dimostrate nel percorrere le tappe quotidiane. Inoltre ammiro il dottor Valzania che da direttore di Radio 3 volle riscoprire la dimensione del viaggio a piedi (cominciando con la Via Lattea) e oggi continua a portarci con sé lungo le strade d’Europa. Encomiabile la contiìinuazione del rapporto con la Radio della Svizzera Italiana (specie per chi è radioascoltatore, radioamatore e radioamante). Io alle 5.00 del mattino sono già sveglio, ma l’orario è mortificante per la bellezza della trasmissione. Un grande “in bocca al lupo”.
      Antonio

    • Salvatore Perfetto scrive:

      Sto seguendo fin dal primo giorno le trasmissoini del “la via di Olaf”.
      Francamente l’argomento è alquanto stimolante, per i personaggi che vi partecipano, per gli argomenti che sorgono nello scorrere delle conversazioni radiofoniche, per la geografia e la storia del luogo dove quest’anno si svolge il pellegrinaggio, per la figura del Santo di Trondheim, a noi Euro-mediterranei alquanto insolita, un valoroso re condottiero convertito e poi santificato.
      La fascia oraria delle 5.00 non deve speventare, anzi, dovrebbe far pensare a tutti quei “pellegrini” delle notti bianche tipiche delle nostre latitudini mediterranee, che a quest’ora stanno facendo ritorno dai fasti di una serata tirata tanto a lungo da poter incrociare “la via di Olaf”, se si dovessero sintonizzare sul radio rai1 , commenta da dal vivo da un gruppo di persone affiatate, benché dalle più disparate esperienze, che stanno vivendo passo passo un tratto della loro vita a beneficio di tutti, loro stessi compresi.
      Grazie del vostro bel peregrinante conversare!
      Salvatore

    • Bruno Tagliavini scrive:

      Carissimi tutti,
      sono due venerdì che al mattino presto sento il vs programma alla radio mentre mi reco dalla Spezia a Pisa per andare a prendere mio figlio Enrico e portarlo a Grosseto per sottoporsi ad una terapia chelante.
      Devo dire che la trasmissione è affascinante e coinvolgente, e le vs descrizioni dell’ambiente scandinavo e delle situazioni che vi vedono protagonisti, mi fanno calare nella natura che attraversate.
      Non c’è bisogno che mi soffermi a dirvi quanto vi invidio. Venerdì 10 sarò ancora in ascolto, purtroppo gli altri giorni non ce la faccio, però dalla prossima settmana proverò ad alzarmi per ascoltarvi. Siete veramente straordinari.
      Mi ha copito la frase: credere e non credere da pellegrini
      Vi saluto molto cordialmente.
      Bruno Tagliavini

    • LILLI da Torino scrive:

      Anch’io seguo fedelmente la vostra trasmissione delle ore 5.05, ed i vostri racconti mi piacciono immensamente.
      Grazie infinite!

    • g.savignano scrive:

      Grazie per l’attenzione così partecipata e grazie anche per avercelo voltuto dire.
      La vicinanza con il pubblico ci aiuta molto nel nostro lavoro.
      Comunque le puntate si possono scaricare in podcast o riascoltarle nelle pagine del diario.

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.

scrivici a laviadiolaf@rai.it

Credits e ringraziamenti

un programma di Sergio Valzania
a cura di Giovanna Savignano

con la collaborazione
dell’Ambasciata Norvegese in Italia


e dell’Ente Turistico Norvegese



e un ringraziamento particolare agli amici del sito


calendario

giugno: 2010
L M M G V S D
    lug »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

commenti

Tag

Search